Notizie

Buona Pasqua!

In Spagna quando una corrida diventa noiosa e deludente la si bolla con una frase che ai cristiani (e gli Spagnoli lo sono a stragrande maggioranza) dovrebbe far pensare e molto sulla loro fede nel Risorto: «È come stare a Messa la domenica». La Pasqua e ogni domenica (Pasqua della settimana)  anziché essere l’inizio della nostra gioia sono giorni senza sorriso, forse un po’ diversi dagli altri giorni della settimana, perché magari non si fanno le solite cose che si fanno gli altri giorni.

 

 Eppure anche Maria Maddalena e le altre donne quella mattina si erano recate al sepolcro con passo da funerale immaginando che avrebbero continuato il pianto, iniziato il Venerdì prima. Il loro passo, triste e doloroso, invece davanti alla tomba vuota si sarebbe trasformata in una corsa forsennata che avrebbe contagiato sia Pietro che Giovanni, anche loro andati di corsa per vederla vuoto. Già la pietra tombale fuori posto avrebbe dovuto far sospettare che c’era qualcosa che non andava. Dalla paura di un qualcosa di strano, che si affastella nei pensieri, le donne e gli apostoli sono passati alla notizia delle notizie “CRISTO È RISORTO”.

 

  Da duemila anni questa tomba vuota ha scombussolato la vita dei primi discepoli e ancora oggi “è la notizia” per eccellenza per i cristiani da cui dipende tutto il nostro essere tali, cioè annunciatori della Resurrezione. Ma annunciatori della gioia della Resurrezione, della Pasqua, e non di coloro che si fermano al Venerdì Santo forse perché non abbiamo abbastanza coraggio e convinzione.

               Non lasciamo che la Pasqua e i riti della Settimana Santa (sempre bellissimi e interessanti) rimangano nell’ambito del folklore e del sentimentalismo, ma che per quella che è una fede  autentica e convinta corrono il rischio di lasciare il tempo che trovano.

 

 Ecco allora che questa Pasqua diventa per noi l’occasione per riprendere quella certezza che il Signore risorto è ancora presente nella nostra vita, ha ancora risposte da dare ai nostri dubbi, alle  nostre paure, alle nostre domande, è ancora il motore della nostra gioia e della nostra serenità, la carica del nostro entusiasmo, la certezza che l’annuncio sconvolgente di Maria Maddalena, di Pietro, di Giovanni non erano farneticazioni di persone traumatizzate dalla morte del Maestro, ma l’esperienza di questa tomba vuota. Tomba vuota, che come dice S. Girolamo, è diventata la culla del Cristianesimo.

 

Buona Pasqua!

 

© 2008 PARROCCHIA SANTA VITTORIA - SARROCH | Joomla 1.5 Templates by vonfio.de