Notizie

Dio è fedele alle sue promesse

Anche la solenne Messa di Pasqua è stata celebrata“senza popolo”. Una Pasqua che non sarà certo dimenticata, ha detto don Stefano durante l’omelia.

Una Pasqua celebrata nelle nostre case come il popolo di Israele in esilio, perché la  pandemia ha iscritto la celebrazione nella ritualità familiare.

 

Il nostro amato parroco ha un pensiero per tutti: la famiglia, gli anziani, le persone ferite dalla crisi economica che incombe sulla nostra società. Queste ferite le presentiamo a Dio che con la sua Parola illumina la strada. Questo è un periodo triste, ma non è mai venuta meno la carità, soprattutto verso i poveri: alla sofferenza della pandemia risponde la speranza della carità!

Dio è fedele alle sue promesse. Il Signore viene a realizzare le sue promesse che sono promesse di vita, duemila anni fa come oggi.

 

Don Stefano rivolge poi gli auguri di Buona Pasqua ai collaboratori parrocchiali e a tutta la comunità: la solennità della  Pasqua faccia sentire l’abbraccio di Dio a chi si è fatto prossimo del fratello; per tutti noi, chiamati a vivere nelle nostre case, privi della relazione sociale di familiarità, il Risorto ci aiuti a riscoprire la gioia della fraternità.

Su ogni famiglia e su ciascuno, in particolare chi si sente in necessità, scenda la benedizione Pasquale del Dio Vivente!

 

 
 
 
© 2008 PARROCCHIA SANTA VITTORIA - SARROCH | Joomla 1.5 Templates by vonfio.de