Notizie

Il Buon Pastore

Una celebrazione con diverse intenzioni quella di oggi, una liturgia piena di emozioni in cui per la Diocesi di Cagliari viene sciolto il voto di S. Efisio, per la prima volta senza fedeli e dove il silenzio è il protagonista dell'importante ricorrenza.

 

Questa è anche la domenica del Buon Pastore in cui la Chiesa prega per le vocazioni.

Don Stefano parla di una pluralità di vocazioni perché il Buon Pastore si rivolge a tutti. Questa diversità manifesta la singolarità della chiamata fatta a ciascuno, che si iscrive nella storia concreta di ognuno, nella storia concreta della relazione che il Buon pastore ha con ciascuno: «conosco le mie pecore e le mie pecore mi conoscono». In questa reciprocità è descritta in modo semplice la relazione di fiducia e insieme di reciproca appartenenza tra pastore e gregge dove l’ascoltare  non è un semplice ascoltare con le orecchie, ma è sinonimo di adesione.

 

 

È per il dono della fede che siamo in grado di riconoscere la sua voce, è per fede che accettiamo quello che ci accade come espressione della sua volontà sapendo che, in qualunque situazione ci troviamo, proprio perché stiamo seguendo un pastore buono, il suo aiuto non ci mancherà. Oggi più che mai!

 

© 2008 PARROCCHIA SANTA VITTORIA - SARROCH | Joomla 1.5 Templates by vonfio.de