Notizie

Non sia turbato il vostro cuore

Dopo la festa di San Giorgio e la celebrazione della Messa durante il passaggio del simulacro di S. Efisio, si rientra in una liturgia straordinariamente normale.

Gesù esce sempre dalla norma. Gli stessi discepoli, attraverso le numerose domande, dimostrano di non capire il suo agire. Ecco allora che diventano  importanti le parole iniziali: “Non sia turbato il vostro cuore Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me”.

Sono proprio le parole che desideriamo ascoltare e che ci confortano. Gesù ci invita a non lasciare che gli avvenimenti turbino il nostro cuore e la nostra fede e ci chiede di  non avere paura e a tal proposito usa il verbo che indica il timore suscitato dalla tempesta in mare, quella tempesta che ha sballottato la Chiesa fin dalle origini del suo cammino.

 

Gesù indica se stesso come percorso, perché seguire la via non è un insieme di belle nozioni, ma bensì una persona. Gesù è la verità incarnata, non una somma teologica, ma trasformazione totale della nostra esistenza.  La verità è la vita che si fa, che realizza la logica del bene e sarà lo Spirito Santo che ci guiderà a essa.

 

Lo Spirito Santo è il dono che Cristo risorto elargisce alla comunità dei suoi discepoli, come frutto della Pasqua: dal mattino di Pentecoste, quando lo Spirito come vento possente è disceso sulla prima comunità, fino ad oggi, la Chiesa è viva e può attraversare ogni prova in forza di questo dono.

 

© 2008 PARROCCHIA SANTA VITTORIA - SARROCH | Joomla 1.5 Templates by vonfio.de